CLASSIFICA
1 S.ANTONIO ABATE 32
2 REAL POGGIOMARINO 28
3 VICO EQUENSE 27
4 PROCIDA 24
5 TORRESE 21
6 ISCHIA 21
7 QUARTOGRAD 19
8 NEAPOLIS 17
9 PONTICELLI 16
10 PUTEOLANA 14
11 SAN GIUSEPPE 12
12 RIONE TERRA 10
13 MAUED SPORT 7
14 ORATORIO DON GUANELLA SCAMPIA 6
15 PIMONTE 5
16 SAN PIETRO NAPOLI 4
* Partite in meno
ULTIMA GIORNATA
PROCIDA - PUTEOLANA
NEAPOLIS - VICO EQUENSE
ORATORIO DON GUANELLA SCAMPIA - S.ANTONIO ABATE
REAL POGGIOMARINO - TORRESE
PIMONTE - QUARTOGRAD
PONTICELLI - SAN GIUSEPPE
RIONE TERRA - SAN PIETRO NAPOLI
ISCHIA - MAUED SPORT
DETTAGLIO NEWS
Perla di Parlato, il Real Poggiomarino stende il Procida
del 17/11/2018

Real Poggiomarino – Procida 3 – 2

REAL POGGIOMARINO: Prete, Nunziata, De Rosa (69’Ferrara), Marigliano, Parlato, Cangianiello, Lepre, Agnello, Arcobelli (50’Crisantemo), Di Ruocco (80’Aufiero), Lucarelli (93’Amita). All. Teta. In Panchina: Coticelli, Desiderato, Pallonetto, Perone, Nappo.

PROCIDA: Lamarra, Lubrano V. (83’Idigbogu), Trani (47’Costagliola L.), Saurino, Micallo, Russo, Cibelli, Mammalella (83’D’Orio), Di Lorenzo (46’Annunziata), Costagliola A., Pianese. All. Iovine. In Panchina: Lubrano W., Barone, Vanzanella, Peluso, Muro.

ARBITRO: Ciccone di Nola.

ASSISTENTI: Icolari di Benevento e Nicodemo di Sapri.

RETI: 22’Lepre (RP), 25’Di Ruocco (RP), 52’Pianese (P), 62’Micallo (P), 84’Parlato (RP).

NOTE: Spettatori 100 circa. Espulso al 92’Crisantemo (RP) per doppia ammonizione. Ammoniti Real Poggiomarino: Agnello, Lucarelli, Ferrara. Ammoniti Procida: Micallo, Russo, Cibelli, Costagliola A., Annunziata.

S.ANTONIO ABATE. Il Real Poggiomarino smaltisce in fretta la cocente delusione dell’eliminazione dalla Coppa Campania di pochi giorni fa e raccoglie la sua terza vittoria consecutiva in campionato, nello scontro diretto interno con il Procida, scavalcato in classifica proprio dalla compagine vesuviana. La formazione del Presidente Gianluca Filosa, dopo aver digerito il boccone amaro del gol di Trapani, a pochi minuti dal termine, che ha sancito l’addio alla competizione della coppa, ha prontamente voltato pagina, riuscendo ad avere la meglio sugli isolani, autentica bestia nera nella passata stagione per i ragazzi di mister Teta, sconfitti tre volte su tre, compreso la semifinale playoff, dagli uomini di Iovine. Stavolta, però, è andata diversamente, nonostante le complicazioni che hanno caratterizzato l’andamento dei 90 minuti: in vantaggio di due reti al termine della prima frazione di gioco, la squadra di casa si fa rimontare nella ripresa, trovando però, poi, il gol vittoria nel finale, un gol pesantissimo, quello di Parlato, che vale il sorpasso in classifica, al secondo posto, a danno degli isolani. Il primo tempo, dicevamo, è interamente di marca poggiomarinese. Dopo una fase iniziale di studio, nei primi venti minuti non si registrano grossi sussulti. Il primo squillo giunge al 21’, quando Marigliano va al tiro, da buona posizione, ma trova l’opposizione in angolo dell’estremo difensore ospite Lamarra. Sul seguente angolo, cross in area di Di Ruocco e Lepre, di testa, è il più lesto di tutti e appoggia in rete, sbloccando il risultato. Passano pochi minuti e arriva già il raddoppio: al 25’, sponda di Arcobelli che innesca uno scatenato Di Ruocco, sulla destra, penetra in area e lascia partire un preciso diagonale, che non lascia scampo al portiere ospite, che nulla può sulla bella conclusione del numero 10 di casa, al terzo gol realizzato, nell’arco di una settimana. In vantaggio di due reti, il Real Poggiomarino si limita ad amministrare e, a fine primo tempo, rischia, quando, al 45’, su tiro da fuori area, Pianese centra in pieno il palo. Nella ripresa, il Procida scende in campo più determinato e, al 52’, riapre la partita, su calcio di rigore, concesso per fallo di Nunziata su Ciliberti: dal dischetto, è preciso Pianese, che infila Prete, bravo ad intuire la direzione del tiro, ma non riesce ad intercettare la sfera, che termine all’angolo basso alla sinistra del portierone di casa. Al 62’, arriva anche il pareggio: punizione di Pianese, cross in area e Micallo, di testa, insacca, riscattando l’errore dal dischetto di una settimana fa con la Torrese. A questo punto, la gara diventa ancor più bella ed emozionante, entrambe le squadre, seppur stanche, provano a vincere, ma non si registrano grandi occasioni da gol. All’84’, arriva il momento decisivo: il difensore centrale del Real Poggiomarino, Catello Parlato, raccoglie palla sulla trequarti di campo e lascia partire una formidabile conclusione, dai 20 metri, che s’infila all’incrocio dei pali, facendo esplodere di gioia tutto il Real Poggiomarino. Un gol davvero bellissimo e importantissimo, quello messo a segno dal difensore biancoblu, che merita gli applausi dell’intero stadio “Vigilante Varone” di S.Antonio Abate. Poco dopo, Ferrara sfiora il poker, calciando alto, da buona posizione. Nel finale, molto nervoso, ne fa le spese purtroppo Crisantemo, espulso per somma di ammonizioni, ma è grande gioia al triplice fischio finale e testa alla prossima gara, la trasferta di Brusciano, con un sorprendente San Giuseppe, vittorioso a Torre del Greco, con la Torrese. 

indietro

Home  |  Società  |  Squadra  |  Partite  |  Sponsor  |  Fotogallery  |  Videogallery  |  News  |  Settore giovanile  |  Contatti

Real Poggiomarino